The Mau Store

Sito per appassionationati di Anime, Manga, Figure

In che ordine guardare Code Geass: Lelouch of the Rebellion?

Non sapete in che ordine guardare Code Geass, la serie trasmessa su Rai 4 nel 2009? Di questa saga ci sono diverse produzioni e se volete affrontarla per la prima volta non è facile capire da dove partire. Di seguito potete leggere i nostri suggerimenti di visione. Ma prima vi presentiamo brevemente l’opera.

Di che genere è Code Geass

“Code Geass: Lelouch of the Rebellion” è una serie televisiva dello Studio Sunrise prodotta nel 2006.
L’autore è il giapponese Ichirō Ōkouchi, famoso per “Guilty Crown” (2011) e “Berserk – L’epoca d’oro” (2012-2013), una trilogia di film. Per il design dell’opera sono state ingaggiate le CLAMP, un gruppo di mangaka tutte donne.

La trama viene catalogata nei generi mecha, sci-fi, fantapolitica, fantascienza, ucronia. Se è abbastanza chiaro cosa si intende per fantascienza, sci-fi e mecha (robottoni), probabilmente vi sono poco comprensibili i termini ucronia e fantapolitica.

Partiamo con la fantapolitica, che letteralmente è una politica fantascientifica. In pratica si tratta di un racconto di vicende politiche, sociali e militari diverse da quelle che sono realmente avvenute nella storia del mondo. Nella trama possono eventualmente essere presenti personaggi ed elementi che fanno parte della realtà.

Ucronia è una parola sinonimo di fantapolitica, perché è un genere narrativo che mostra una società immaginaria e alternativa, a volte migliore rispetto alla nostra.

Di cosa parla la trama di Code Geass

Avrete quindi capito che in Code Geass l’ambientazione militare, sociale e politica globale è diversa rispetto a quella nostra attuale. In questo scenario immaginario (siamo nel 2017) le Superpotenze Mondiali in competizione tra loro sono tre: Euro Universe, Sacro Impero di Britannia e Federazione Cinese.

La Euro Universe o Repubblica Unita di Europia comprende le nazioni dell’Europa, dell’Africa e la Russia; risulta essere una federazione basata sulla democrazia. Il Sacro Impero di Britannia copre i territori del nord e sud America ed è una sorta di Sacro Romano Impero moderno con a capo la figura del re. Infine la Federazione Cinese, con a capo l’imperatrice Ling Hua, si estende sulla Cina e sull’India.

È stato l’Impero di Britannia a dare il via alla guerra, attraverso un atto di forza: ha infatti preso possesso illegalmente del Giappone per sfruttare economicamente le sue miniere. Ma i combattimenti non si svolgono con le armi usuali: le Superpotenze sfruttano infatti degli enormi mecha denominati knightmare frame e costruiti con un particolare tipo di minerale, la sakuradite. Questo minerale si trova in grandi quantità proprio in Giappone.
La popolazione giapponese vive quindi un’epoca di stermino, sofferenza e sottomissione.

La vicenda di Lelouch Lamperouge

Il protagonista della serie Code Geass è il giapponese Lelouch Lamperouge. Il diciassettenne riesce a scampare alla morte grazie all’aiuto di una ragazza di nome C.C., che gli fa dono del cosiddetto potere dei re o Geass. Grazie a questo potere è sufficiente un contatto visivo per sottomettere gli altri.

Lelouch, grazie all Geass, si cambia nome in Zero e decide di organizzare la sua squadra che rinomina “Ordine dei Cavalieri Neri”. Il suo obiettivo è la Black Rebellion, cioè la rivolta contro gli oppressori dell’Impero di Britannia.
Nel corso della storia si scopriranno vari segreti sulla vita del protagonista e sul suo passato…

In che ordine guardare Code Geass

Per chi vuole cominciare a guardare Code Geass, di seguito vi mostriamo l’ordine di visione. C’è tuttavia da fare una premessa: non tutte le produzioni sono state tradotte in italiano o presentano i sottotitoli. Quindi alcune di esse non potete guardarle, a meno che non conosciate il giapponese o l’inglese.

1. Code Geass: Lelouch of the Rebellion (2006) Con il titolo di “Code Geass: Lelouch of the Rebellion” (a volte con l’appellativo di “R1” per distinguerla dalla seconda serie R2) trovate i primi 25 episodi della serie anime, usciti in Giappone nel 2006 e in Italia nel 2009. Il racconto arriva fino alla costruzione degli Stati Uniti del Giappone, con Lelouch al comando. È disponibile su Prime Video e VVVVID.

2. Code Geass: Lelouch of the Rebellion R2 (2008) La seconda stagione arriva nel 2008 ed è sempre in 25 episodi. Esce in Italia nel 2010. L’ambientazione ci proietta due anni dopo i fatti della prima stagione. A causa di un’amnesia Lelouch non sa più chi è. Un po’ alla volta i ricordi riaffiorano e con essi il protagonista riprende la sua missione. Anche questa serie è disponibile su Prime Video e VVVVID.

3. “Code Geass – Black Rebellion” (2008) e “Code Geass – Zero Requiem” (2009) Sono due OAV remake della serie anime. Non sono disponibili in italiano e nemmeno in giapponese con sottotitoli, bensì solo in inglese. In questi due mini film rispettivamente di 117 minuti e 116 minuti, vediamo gli eventi delle due serie dal punto di vista esclusivo di Lelouch. Li trovate anche con i titoli completi di “Code Geass – Hangyaku no Lelouch – Special Edition Black Rebellion” e “Code Geass – Hangyaku no Lelouch R2 – Special Edition Zero Requiem”.

4. “Code Geass – Hangyaku no Lelouch – Nunnally in Wonderland” (2012) OAV di 28 minuti, spin-off della serie anime, non pubblicato in lingua italiana o con sottotitoli italiani. Lo trovate comunque con sottotitoli inglesi. Qui Lelouch e sua sorella Nunnally, grazie al potere del Geass, si ritrovano in un universo alternativo strutturato sul mondo di Alice nel Paese delle Meraviglie.

5. “Code Geass: Akito the Exiled” (2012) È una serie di OAV spin-off comprendente cinque episodi. È pubblicato in Italia nel 2013. Lo trovate su disponibile su VVVVID. La trama segue una direzione alternativa rispetto alle due serie animate, e vengono introdotti molti nuovi personaggi. L’ambientazione è il periodo a cavallo tra la prima e la seconda serie, quando Lelouch è considerato morto. Siamo nella Euro Universe e i protagonisti sono due: il pilota di mecha Akito Hyūga e la bella Leila Malcal, con il suo gruppo di ribelli, i Wyvern. Entrambi sono impegnati nella lotta al Sacro Impero di Britannia.

6. La trilogia moderna Code Geass: Lelouch of the Rebellion(2017-2018) Esistono tre film considerati una compilation remake della serie anime originaria, con scene inedite e nuovo doppiaggio originale. Non sono disponibili in lingua italiana o con sottotitoli. Si tratta di: Code Geass: Lelouch of the Rebellion – The Awakening Path (2017), Code Geass: Lelouch of the Rebellion – Rebellion Path (2018), Code Geass: Lelouch of the Rebellion – The Imperial Path (2018)

7. Code Geass: Lelouch of Re; surrection (2019) Questo film del 2019 è considerato da alcuni un finale alternativo alla serie anime, mentre da altri viene visto come un sequel che conclude la saga. È diretto da Gorō Taniguchi e scritto da Ichirō Ōkouchi. Non è disponibile in italiano o con sottotitoli italiani, ma lo potete trovare con sottotitoli inglesi. Lelouch è ormai morente e solo grazie alla sua compagna C.C. si salva, rimanendo in stato catatonico. Intanto a capo dell’Impero di Britannia ci sono Nunnally e Suzaku Kururugi che si spaccia per Lelouch/Zero. I due se la devono vedere con i soldati mercenari del Regno di Zilkhistan, la Terra dei Guerrieri, intenzionati a sconfiggere la Britannia. Solo Lelouch potrà ristabilire l’ordine, ma ne sarà in grado?

    I nostri suggerimenti sull’ordine in cui guardare Code Geass

    Da quello che avete letto, avrete sicuramente capito che molte produzioni non sono facilmente accessibili, soprattutto perché non dispongono di doppiaggio o sottotitoli italiani. Quindi intanto vi suggerisco di guardare le due serie anime del 2006 e 2008, seguite dall’OAV spin-off “Code Geass: Akito the Exiled” in 5 episodi del 2012. E intanto speriamo che in futuro escano nuovi doppiaggi italiani.

    Torna in alto