The Mau Store

Sito per appassionationati di Anime, Manga, Figure

Il finale di Attack on titan: cosa succede nel manga?

Cosa succede nel finale di Attack on titan? Come ben sapete questa lunga serie tv anime, iniziata nel 2013, si compone di quattro stagioni.
A partire dal 2020 è andata in onda la stagione finale, che a sua volta è suddivisa in ben quattro parti.
La quarta e ultima parte dell’ultima stagione uscirà a novembre 2023 e dovrebbe essere la conclusione di questa saga.

Ma dobbiamo davvero attendere, per sapere cosa succede nel finale di Attack on titan? In realtà no, perché il manga di Hajime Isayama è già concluso il 9 aprile 2021. Quindi da diversi anni si sa già cosa succede alla fine! Se non avete voglia di attendere e volete sapere come finisce la storia, leggete di seguito.

Alcuni dettagli per capire il finale di Attack on titan: gli antefatti

Andiamo al capitolo 91 del manga e ripercorriamo le ultime vicende che ci serviranno per comprendere appieno gli step finali della serie tv. Come ricorderete Reiner, Annie e Berthold avevano cercato di introdursi nella nazione di Eldia (sull’isola di Paradis). Il loro intento era di riportare alla nazione di Marley i poteri del Gigante d’Attacco e del Gigante Coordinata, che erano in possesso di Eren.

Sono già passati quattro anni da quel tentativo e la missione è fallita: Annie e Berthold addirittura sono divenuti prigionieri di Eldia, perché i loro piani sono stati scoperti. Quindi la nazione di Marley si sta preparando ad una nuova missione a Paradis: stavolta i poteri dei Giganti da riconquistare sono quattro e non più due.

In cosa consiste il piano di Eren per salvare Eldia

La situazione sta precipitando ed Eren lo ha capito bene: ha quindi in mente un piano individuale, grazie anche all’appoggio di suo fratello consanguineo Zeke Jaeger. Quest’ultimo infatti approva le idee di Eren perché ha sempre vissuto a Marley fingendosi suo alleato.

Eren si incontra con Zeke nella cittadina eldiana di Shiganshina. Qui si toccano e in tal modo riescono ad attivare la Coordinata: i due fratelli si ritrovano in uno spazio ultradimensionale chiamato i Sentieri. Lì trovano la progenitrice degli Eldiani, Ymir Fritz. Entrambi fanno una richiesta ad Ymir. Zeke le chiede di rendere sterili tutti gli eldiani per estinguere la loro stirpe e con essa il potere dei Giganti; in tal modo la guerra con Marley giungerebbe al termine nel giro di pochi decenni.

Eren invece chiede aiuto a Ymir per salvare il popolo di Eldia e sconfiggere Marley e chiunque voglia sterminarli.
Le dice di non obbedire a Zeke, perché lui è un padrone esattamente come il re Karl Fritz e i suoi discendenti negli ultimi duemila anni, che l’hanno comandata e resa schiava. Le spiega che può decidere con la sua testa ed essere libera se lo desidera. Ymir accetta di aiutare Eren, consentendo al giovane di accedere al potere del Gigante Fondatore, anche chiamato Coordinata. Ecco che Eren subisce una mutazione mai vista: diventa un enorme scheletro con la faccia del Gigante d’Attacco.

Perché Eren vuole distruggere tutte le nazioni del mondo?

Le mura che circondano Paradis si disintegrano e i Giganti al loro interno ne escono fuori. Inizia la marcia, governata da Eren che comunica con loro telepaticamente. Adesso il suo obiettivo è uscire da Paradis e distruggere tutte le nazioni della Terra col potere dei Giganti.

Di fronte a questa prospettiva di sterminio di massa, Mikasa, Armin e altri soldati eldiani cambiano atteggiamento e decidono di allearsi con Marley per salvare i popoli del mondo.

Ma perché Eren vuole distruggere tutte le nazioni? Le motivazioni sono diverse. Fin dall’inizio sappiamo che chiunque entri in possesso del potere di uno dei nove principali Giganti mutaforma è destinato a morire dopo 13 anni. Ad Eren rimangono solo 4 anni di vita, quindi ha capito di non avere molte scelte: o lascia che Eldia venga distrutta, oppure deve annientare tutte le altre nazioni.

Grazie al potere del Gigante d’Attacco riesce a vedere il futuro e capisce che la seconda è l’opzione migliore. In tal modo infatti i suoi amici e Mikasa sarebbero salvi. Lui infatti è innamorato di Mikasa ma non si vuole dichiarare per paura di farla soffrire, perché sa che morirà di lì a pochi anni, lasciandola sola. Inoltre Eren è deluso dal mondo, perché credeva di trovare libertà al di fuori delle mura di Paradis: in realtà vi ha trovato solo odio e guerra.

Cosa succede nel finale di Attack on Titan: chi darà il colpo di grazia ad Eren?

Siamo all’ultimo scontro, la Battaglia del Cielo e della Terra. Queste sono le due fazioni. Da una parte c’è Eren con i suoi Giganti Fondatore, Attacco, Martello e Bestia. Eren riesce poi a controllare tutti i Giganti normali, quelli delle mura e tutti i proprietari dei nove Giganti mutaforma che si sono susseguiti nella storia.

Dall’altra parte troviamo Marley e i superstiti dell’Armata ricognitiva di Eldia che sono passati a difendere i marleyani. Anche loro dispongono di alcuni Giganti, perché Eren ha lasciato ai suoi amici la libertà di scelta: il Gigante Colossale di Armin, il Gigante Carro di Pieke, il Gigante Corazzato di Reiner, il Gigante Mascella di Falco, il Gigante Femmina di Annie.

Ma il colpo finale ad Eren viene inflitto da Mikasa. La giovane ha infatti una visione di Eren in una realtà alternativa: qui loro due hanno abbandonato la guerra e Paradis sta per essere distrutta da Marley. Si sono rifugiati in una casa di montagna per vivere insieme gli ultimi quattro anni di vita Eren. Eren chiede a Mikasa di dimenticarlo, dopo la sua morte. Le chiede anche di gettare via la sciarpa rossa che le aveva regalato.
A quel punto Mikasa esce dalla visione, va verso il corpo del Gigante di Eren, entra nella fenditura della bocca dove trova la testa reale di Eren e la decapita. Poi bacia il suo viso e dietro di lei appare Ymir Fritz che sorride.

Anche Armin però ha una visione di Eren: qui il suo compagno gli spiega nel dettaglio il suo piano. Eren vuole che i suoi compagni lo uccidano per diventare degli eroi agli occhi del mondo. In tal modo cambierebbe l’opinione sbagliata che si ha degli Eldiani. Gli spiega anche che la progenitrice Ymir Fritz è tornata ad essere libera non grazie a lui ma grazie a Mikasa, perché si è liberata dell’amore che provava per Eren. Ymir ha capito che anche lei poteva liberarsi dell’amore che la legava da 2.000 anni al suo re Karl Fritz.
Con la morte di Eren il potere dei Giganti svanisce e tutti gli eldiani diventano umani comuni.

Cosa avviene dopo la battaglia finale?

Tre anni dopo la Battaglia del Cielo e della Terra troviamo Mikasa che prega sulla collina sotto un albero, dove è seppellita la testa di Eren. A capo di Eldia c’è la Regina Historia Reiss. Gli Jaegeristi vogliono continuare la guerra per difendersi dagli attacchi esterni. Armin, Reiner, Pieke, Jean, Connie, Annie sono ambasciatori di pace per fare da intermediari tra Eldia e il resto del mondo.

Nel capitolo 139 del manga sono presenti due postille. Nella prima ci viene mostrata l’isola di Paradis molti anni dopo la fine degli eventi. Gli Eldiani continuano ad essere in guerra; l’albero dove è seppellita la testa di Eren è diventato enorme, simile a quello dove Ymir Fritz aveva acquisito il potere dei Giganti. Un bambino si avvicina ad una fenditura della corteccia… Probabilmente otterrà nuovamente il potere dei Giganti e la storia si ripeterà!

Nella seconda postilla vediamo tre ragazzi simili ad Eren, Mikasa e Armin che escono da un cinema. Hanno appena guardato un film storico che parla dei fatti avvenuti 100 anni prima, durante la battaglia tra Eldia e Marley. I nuovi Mikasa ed Eren si dicono soddisfatti del film, mentre il nuovo Armin dice che il finale è banale!

Attack on Titan: perché ci sono due Ymir?
Torna in alto